CENNI SULLA PROBLEMATICA NELLA QUALE SI INSERISCE LA RICERCA

Nelle conclusioni di una recente analisi, pubblicata dall’ISFOL, dei progetti sviluppati nell’ambito dell’Iniziativa Comunitaria Occupazione, e attinenti alle problematiche dell’immigrazione con particolare riferimento alla sperimentazione di nuove forme per favorire l’inserimento lavorativo degli immigrati, si può trovare una forte sottolineatura di due caratteristiche di base che devono avere gli interventi a favore di tale componente della popolazione: “operare sulla dimensione socio-economica attraverso il percorso formativo finalizzato all’inserimento del lavoro; e puntare a rafforzare (e ricomporre) identità personali (e collettive) rese vulnerabili dal processo migratorio”.
In altri termini, si individuano come “buone pratiche”, in questa materia, percorsi integrati nel decorso dei quali concorrano interventi di ricerca, di formazione, di orientamento e di accompagnamento lavorativo (o alla creazione di impresa).

In questa luce assumono un’importanza decisiva anche le modalità secondo le quali avviene l’inserimento: in particolare, la chiarezza con cui si stabiliscono i compiti di ciascun partner, “e soprattutto di quelli che si assumono la responsabilità di inserire tra le proprie maestranze i beneficiari finali, oppure che promuovono forme di inserimento alle dipendenze di altre aziende”. Tale esigenza di chiarezza si concreta come condizione necessaria, date le premesse, nella duplice esigenza di esplicitare contestualmente gli obbiettivi dell’accompagnamento e di definire esattamente tempi e modalità dell’esperienza lavorativa in questione. Il testo citato sottolinea infine il ruolo e la responsabilità delle istituzioni locali, al fine di “promuovere sinergie e connessioni reticolari mirate ad ottimizzare al meglio tutte le attività di contrasto ai processi di emarginazione operanti sul proprio territorio”. (Competenze in migrazione. I percorsi di formazione e di inserimento lavorativo dei cittadini stranieri immigrati, Roma 2000. Le citazioni sono tratte in particolare dal cap. 7)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *